Primo incontro del Movimento 5 Stelle Riccione zona San Lorenzo I cittadini definiscono il programma

Ieri sera si è svolto il primo di una serie di incontri (8) esperimenti di democrazia
partecipata (Town Meeting) dove i cittadini elencano e propongono soluzioni per il loro
quartieri e la città votandone il contenuto.

Sono venuti fuori 11 problemi e altrettante
soluzioni con un indice di gradimento scalare.

La proposta che ha ottenuto più voti
dimostrando una sensibilità diffusa al problema, è un monitoraggio continuo, preciso ed
indipendente della qualità dell’aria nella zona.

Segue la richiesta dell’eliminazione dell’e-
gate per andare verso una raccolta dei rifiuti differenziata porta a porta.

Un problema per la vivibilità dell’area è l’insediamento dei ROM in via Venezia per cui sono stati richiesti
controlli più serrati ed incisivi.

Altro problema sentito è la difficolta per la connessione alla rete veloce ADSL.

Problema sentito è anche la viabilità della zona con la richiesta di
interventi anche minimi per garantire una maggiore fluidità del traffico al congiungimento con
la statale.

Le ciclabili senza un raccordo con la zona sud e con percorsi irrazionali devono
trovare una soluzione.

E’ stata richiesta anche la riqualificazione dell’area dell’ex-mattatoio con tecniche di recupero di archeologia industriale con riutilizzi degli spazi anche in funzione privata portando l’esempio del recupero delle tonnare siciliane.

Problemi sono anche il rapporto dei cittadini con il comune per le scadenze fiscali, ed è stato chiesto
un’impegno degli uffici comunali per definire esattamente importi e scadenze per non farli
ricorrere ai CAF e rischiare di pagare sanzioni.

Infine particolare curioso ma non tanto, si è
parlato di PalaCongressi. I cittadini avvertono il peso finanziario dell’oggetto, hanno capito
che i congressi sono falliti ed immaginano per quello spazio un utilizzo innovativo sugli
esempi europei e statunitensi più all’avanguardia. Vedono quello spazio come un
contenitore/incubatore di idee innovative dove giovani laureati possano iniziare nuove
avventure imprenditoriali di successo. Un laboratorio permanente di idee difficile da
immaginare per amministratori tutti oneri di urbanizzazione e cemento, ma che è l’unica
strada per cercare di salvare Riccione e l’Italia dal baratro.
Prossimo incontro per il Villaggio Papini lunedì 10 febbraio ore 20:30
punto d’incontro Pizza Pazza via Viareggio 14.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: