La Tosi é allergica ai Consigli Comunali

Sembrano passati anni dalla serata di insediamento di questa nuova

Amministrazione e dalla valanga di buoni propositi, lanciati dalla Tosi
subito dopo aver indossato la fascia di Sindaco.
Ne ha dette e continua a dirne talmente tante, che nemmeno lei si ricorda
più le parole spese (Efficienza, condivisione, trasparenza); col senno di
poi, parole vuote atte solo a strappare qualche applauso e consenso.

Oggi purtroppo, siamo costretti a constatare la scarsa preparazione che
continua a dimostrare nella gestione della macchina amministrativa.

Il Comune di Riccione, vanta oltre 400 dipendenti, di cui 7 dirigenti, che costano
ai cittadini ben 17 milioni di euro e non è accettabile, ricevere delle
comunicazioni come quella inviata dal Presidente del Consiglio Comunale
che ci informa che: – La seduta di Consiglio comunale in programma per il
giorno 16-10-2014 non avrà luogo, non essendovi pratiche pronte relative a
deliberazioni consiliari –

Sono molteplici i problemi della nostra città che necessitano di soluzioni e
non ci possiamo certo permettere di aspettare le comodità del nostro Sindaco
che con nonchalance, chiude le porte del confronto con l’opposizione.

Si è dimostrata di fatto incapace di dare delle linee programmatiche precise al
fine di mettere in condizioni gli uffici comunali, di poter sbrogliare le
pratiche necessarie al naturale svolgimento delle mansioni a cui i cittadini
ci hanno chiamati.

Non avevamo compreso infine ,che la Condivisione era riferita ai soli capitoli
di spesa dei quali l’ultimo in ordine di apparizione sono i 112 mila euro spesi
a sorpresa, per i 3 “indispensabili” nuovi addetti alla comunicazione.

image

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: