– Il M5S di Riccione chiede la presenza da protagonista di Riccione nei tavoli dove si decide le sorti delle imprese balneari.

All’indomani dell’incontro a Bruxelles del 22 luglio ’14 con i responsabili nazionali

delle categorie delle imprese balneari, in riferimento alla normativa Bolkestein
recepita nel nostro ordinamento con il Dlgs n. 59 del 26.03.2010, il Consigliere Morena
Ripa Presidente della 2^ Commissione attività economiche del Movimento 5 Stelle presso
il Comune di Riccione ha presentato al Consiglio Comunale per la seduta del 30 luglio p.v.
una proposta di ordine del giorno che prevede l’impegno del Sindaco di inoltrare all’ ANCI
(Associazione Nazionale Comuni Italiani ) la richiesta di partecipare ed essere ascoltati
nell’ambito della Consulta delle Città di Mare al fine di rappresentare la posizione del
Comune di Riccione durante le riunioni del Tavolo Tecnico Nazionale (istituto presso il
Ministero delle Regioni).

La normativa nazionale prevede un differimento del riordino normativo in materia di
concessioni demaniali marittime al 15 ottobre p.v. e nel caso di mancata riforma si
corre il rischio dell’apertura di una procedura di infrazione.

I Consiglieri del M5S ritengono che il Comune di Riccione, ove l’attività balneare
rappresenta il 68% dell’economia locale, debba avere una rappresentanza e partecipazione
per la tutela degli interessi legittimi, degli investimenti e della occupazione.

L’azione dovrebbe essere concertata con le rappresentanze delle categorie interessate
richiedendo la loro disponibilità per l’audizione e la redazione di relazioni tecniche dinnanzi
agli organi collegiali a tutela degli interessi delle imprese del turismo costiero.

 

image

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: