Democrazia Partecipata del M5S di Riccione – Il programma dei cittadini – Quartiere Fontanelle

Martedì sera si è svolta la quarta tappa del tour del Movimento 5 Stelle di Riccione
per stilare il programma partecipato dei quartieri, la zona era quella di Fontanelle.

Assemblea partecipata da una cinquantina di persone, stranamente nonostante l’opera
non interessi fisicamente il quartiere la proposta di cassare il TRC è stata la più
votata, evidentemente i cittadini iniziano a capire quali e quanti costi ricadranno
sulle loro teste per un’opera che sicuramente per la loro zona ma non solo è inutile.
Ancora inaspettatamente, ma probabilmente perchè la zona è abitata da anziani, c’è
molta preoccupazione per il lavoro e l’occupazione e ci sono state persino proposte
di pensionati che offrono la loro competenza artigiana per avviare alla pratica
giovani in campus all’uopo allestiti negli spazi pubblici liberi.
La valorizzazione delle competenze locali reperibili nelle scuole e che sono disponibili
guitamente è uno degli esempi citati: nello specifico le spese definiti “inutili” per
l’ideazione del nuovo brand Riccione che avrebbe potuto produrlo un contest interno
all’istituto d’arte Fellini.
Il verde e la sua manutenzione è stato un’altro tema che ha avuto molto riscontro,
si è proposto di sostituire essenze problematiche per la manutenzione con essenze
autoctone più semplici da gestire.
Anche in questa zona è visto come un problema l’ordine pubblico, si evidenzia come
l’istituzione del vigile di quartiere fisso sia oramai una necessità di tutta la città.
Ancora la viabilità è un altro tema comune ad altre zone della città insieme alla
manutenzione delle strade e dei marciapiedi in uno stato veramente pietoso.

Per il decoro si è accennato ad una diversa strategia di raccolta dei rifiuti.
Interessante poi l’aver affrontato alcuni problemi inerenti al turismo con un ritorno
al turismo di qualità e delle famiglie, una reale protezione della spiaggia con metodi
possibilmente efficienti anche se un pò più invasivi.
Infine un diverso utilizzo del Palacongressi in funzione competitiva per la stimolazione
della formazione e della ricerca nei giovani, qualcosa del genere si era già sentito a
San Lorenzo eppure sono due quartieri all’opposto.

I cittadini sono più avanti delle teste dei loro amministratori.
Prossima tappa la zona Alba Monte il 4 Marzo ore 20e30 presso il circolo IV Novembre
in via Liguria 20.

 

TM_Font1

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: